È notte

È notte

E il silenzio è interrotto

Un sos dell’infinito che si palesa

Allo sguardo smarrito.

Cerco un volto-non-volto

Lo accarezzo come fosse qui

Qui davanti alle mani

Cieca di te ti sfioro

E non sei più ombra.

Vorrei essere strega

In un bosco di querce

Incatenarti al mio incantesimo

E non lasciarti andare nuovamente altrove.

Ti ho scritto lettere

Affidate al viggiatore notturno

Vagante nello spazio solitario

Scuro come la notte

Potrebbe illuminarsi sai

Se a guidarlo fosse il candore del tuo sorriso

Avrebbe colori luminescenti

E giorni nuovi a cui affidare certezze.

Sei un blu sofisticato dipinto

Sulle spalle del mondo

Che è il mio

Quello di donna che spera

Nella tua voce e nella carezza

Di una storia imperfetta.

Fioralba Focardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...