Rifugio

È un brivido quello che sento

Sale lentamente

Raggiunge l’unico angolo

Che potrebbe calmarlo

Ma stasera non voglio

E lo lascio fare.

È un’ incognita primordiale

Svende il pulsare dentro le vene

E come vino ubriaca

Lasciando sbandare le certezze.

Sarà speranza

Sarà paura

O solo credere al volo di un pensiero

Stritola la mente e libera il cuore

Che non è un muscolo qualsiasi

Bensì la via maestra per raggiungere un luogo agognato

Spettina i desideri

Soffio di vento

Al cospetto di un Dio che non è Dio

Ma solo un uomo

Che brama un rifugio dentro a un abbraccio.

Fioralba Focardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...