Cronaca XXV trentacinquesimo giorno di quarantena

Piove, giornata che dire autunnale è poco, volevo mettermi leggera, e già mettere il piede sinistro nella ciabatta che poi è la destra: sento freddo.

La ciabatta sinistra non la trovo, dov’è finita, mi tocca guardare sotto al letto, eppure ieri notte le ho messe in ordine, precisine vicino al comodino…forse mi sbaglio. Eccola là sotto al letto proprio a metà, come ci è finita? Alzo gli occhi disteso, anzi spaparanzato Leo mi guarda, a mia volta lo riguardo e lancio là la domanda: “Sei stato tu a buttarla là in fondo?” Mi guarda, sbatte la coda sulla coperta, abbassa le orecchie, poi socchiude gli occhi. Lo sapevo, inutile aspettare risposta, i suoi movimenti danno risposte eloquenti.

Sembra strano, ma capisce quello che gli dico, è un micetto intelligente, del resto come tutti i gatti. Va beh, anche i cani, anzi tutti gli animali, secondo me quando stanno tra le quattro mura domestiche prendono a capire l’umano. Io ne so qualcosa, fin da bambina sono cresciuta con gli animali, tanti dai più piccoli ai più grandi, tipo il Fritz, un maremmano che mi dormiva sui piedi, e che a otto mesi era già un vitello.

Ne avrei da raccontare sull’amore di ogni animale-compagno di giorni, ma voglio anzi sento una gran voglia di caffè, così lascio Leo e vado in cucina: tanto tra un po’ mi seguirà, salirà sul tavolo miagolando dolcemente per i grattini mattutini.

Piove…volevo aggiungere governo ladro, meglio non toccare questo argomento, passo a giorni migliori.  

Allora, il vestitino a fiori, lo indosserò un’altra volta, meglio i pantaloni e un bel maglione che mi tenga al caldo, e lo so ho la fissa del caldo, ma ahimè sono freddolosa.

Mi è venuta l’idea di fare qualche intervista, chiedo ad alcuni amici, se hanno voglia di mettersi in gioco, per ora quelli che ho interpellato hanno detto di sì, così preparo le domande.

Come passa il tempo è già l’ora di pranzo.

“Se non metti gli occhiali ti prendo a ciabattate, non vedi come sono rossi gli occhi?”

“Hai ragione dopo li metto, domani che devo uscire per forza, mi fermo in farmacia e compro un collirio, va bene?”

“Ma anche gli occhiali li devi mettere, stai sempre appiccicata a quel coso!”

Non ribatto perché ha ragione.

Continua a piovere, e penso già a domani, speriamo che smetta, altrimenti l’ombrello mi tocca portarlo.

Ho messo Einaudi, e mi rilasso con la musica, cerco di immedesimarmi in Maggie, ma non riesco, sono presa dalle interviste, mi piace fare cose nuove, tanto Maggie non scappa è sul Simplon Orient Express. Bella la storia di questo treno, che portava viaggiatori da Londra fino a Istambul, pare che in uno dei suoi vagoni sia stata redatto l’Armistizio di Campiègne alle ore 5 dell’11 novembre 1918, questo vagone poi, fu trafugato dai tedeschi quando occuparono la Francia nella Seconda guerra mondiale. Quando avrò finito il romanzo dovrò approfondire meglio la storia del Simplon, mi affascina molto, ho letto che dopo anni ha ripreso a viaggiare: treno di lusso, leggermente caro, non so se riuscirei a passare due giorni su di un treno, mi piace arrivare nei posti velocemente, per questo preferisco l’aereo. Però potrebbe essere una bella esperienza, quando diventerò benestante ci farò un pensierino.

Sono sempre ottimista nei riguardi dei soldi, ehm…spero sempre nel cambio di rotta del mio lavoro.

Sono le 19 e ancora tutto tace, tutto merito della pioggia? Non sopporto i ritardatari, domani gli lascio un biglietto in cassetta con scritto: “Gentile atleta, voglia cortesemente essere puntuale, che mi scazzo altrimenti!”  

Come se mi avesse già letta, ecco il boom…boom…boom…va beh ha ritardato di dieci minuti, stavolta non brontolo: la prossima volta sì!

Fioralba Focardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...