Follia di un ossimoro

Ti osservano gli occhi

Spalle e capelli hanno particolari

Che appartengono al tuo modo di essere, tu esisti

Definizione di un non capriccio

Modifichi i pensieri

Ribalti argomenti

Portando la parola in un letto diverso

Dove non si fondono corpi

Ma le menti diventano schiave, ossimoro

Tu sei, e vesti le parole rendendole magiche.

E io mi perdo

Nella giungla

Se scappo cado

E se mi fermo

Ho paura

Braccata dalla tua anima

Che ha già scelto la mia.

Chiedo

Prego

Singhiozza

La notte

Ma sei tu

Che la rendi

Vivida.

Osservo le tue mani affusolate

Chissà se le hai rubate a un pianista

Garbate e delicate

Quando stringono le mie.

Fioralba Focardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...