Schegge di conchiglie

È una rabbia sorda quella che sento

Aver dato sempre a chi non ha mai capito chi sono

Amore è prendersi cura, amore è sentire i pensieri

Ascoltando i silenzi,

Ma sono pochi

Sono rari

E sono silenti

Quelli che sanno bene cosa sia la parola amore.

Difficilmente lascerò andare un pensiero

Votato al mistero del mio sentire

Lo custodirò nei meandri dell’anima

Lasciando a chi non ha capito, il dubbio

Di averlo perduto.

Mentirò  su schegge di conchiglie, formerò

Passi incerti e dolorosi

Ma non l’abbandonerò per strada

Soltanto resterà un piccolo sogno anonimo

Con il pudore della timidezza

A cui tendevo la mano.

Fioralba Focardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...