Punto V- Eva – Giovanna D’Arco- Tutte le Eva del mondo

Giovanna, giovane pulzella aveva le visioni, oppure fu vittima di un contesto storico in cui furibonde lotte territoriali, si mescolavano a intrighi di potere, dove s’intravvedeva speranza solo attraverso la Fede?

Pensate a dove era nata: Domremy, in Lorena. Una Francia spaccata in due parti il Re non Re, i Feudatari che ambivano alla supremazia sulla corona francese, un Re Inglese che ambiva a esserne il signore,  giocando su queste anomalie territoriali, sobillava i nobili francesi dichiarandosi poi in un secondo tempo Re di Francia e d’Inghilterra.

Giovanna contadina, ignorante, povera e donna, si sente chiamata dalla sua fede a portare la parola di Dio in soccorso del Delfino di Francia.

Eh, le donne così sensibili e incapaci di gesti eroici agli occhi dei più, fragili da doverle tenere nella bambagia, protette dai padri, dai fratelli e poi dai mariti, ecco che arriva lei una pulzellotta, giovane giovane, ignorante che si mette a capo di un intero esercito, convince i militari a seguirla in nome di Dio e del suo futuro Re!  

E com’è mai possibile direte voi?

Signori miei, in quella regione e nel resto della nazione francese, circolava una leggenda: una donna sarebbe arrivata in nome di Dio, a salvare la Francia.

Non sorridete signori miei ve ne prego, non ne avete motivo credetemi, la Giovanna-Eva era è vero: giovane, esaltata dalla fede, ma anche mossa da un grande amore per la sua terra, senza un capo legittimo, dove il potere era la negazione non solo di ciò in cui credeva ma anche dell’unità della nazione.  

Non vi ricorda un’altra eroina che ho citato poche parole fa? 

Ha convinto soldati temprati alla guerra, e poi quello che sarebbe diventato Re, a farsi accettare direi, sopraffatto da consigli mai onesti e soprattutto intelligenti e di spessore politico.

Giovanna lo ha abbindolato? Oppure il Delfino futuro Carlo VII ha visto in lei una persona che avrebbe potuto togliergli le castagne dal fuoco? Giovanna sapeva parlare e arrivare alle persone, financo ai soldati che la seguirono sempre.

Finalmente riuscì nell’intento di mettere sul trono il Delfino e quando questo avvenne cambiarono le cose? Oppure Carletto fu così ignavo da lasciarsi manipolare ancora una volta dai fieri condottieri maschi?

Messa in secondo piano, lei era comunque la regina con il suo stendardo e la sua fede.

Quando fu ferita e catturata, un altro bell’individuo la vendette per vendetta all’inglese.

Interrogata, umiliata, messa in condizioni di annichilimento fanciulla in mano a esseri insignificanti, guerrafondai, senza il senso umano, religioso, la condannarono.

Si fece paladina in nome di un Re, per un altro Re, che l’ha lasciata in mano a un altro Re che l’ha lasciata condannare al rogo, da quel clero per cui combatteva, che aveva paura di una donna guerriera, e per giunta con una fede basata sulla sua ingenua e bellissima visione di Dio e della Vergine.

Solo dopo 19 anni, fu riabilitata, tempo fa beatificata, dichiarata Santa, persino protettrice della sua amata nazione: la Francia.

Se vi dicessi cosa penso…è  meglio di no!

Io glielo dicevo alla Pulzella, fagli un po’ di dispetti a questi cialtroni, a questi miserevoli individui, apparigli in sogno, fagli paura la notte, mostrati avvolta dalle fiamme, e fagli sentire com’è caldo il fuoco di una pira!

Non mi ha dato retta, quella dolce creatura,  ma che volete mi sono affezionata a quella bimbetta.

Cuore di Eva- madre lo so!  

Fioralba Focardi  

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...