DI UN AQUILONE DI UN SORRISO E DI TE

Sono battiti aritmetici
voli di aquiloni
si stagliano nell’infinito.
Volteggiano
cambiano colore
inseguono il vento
e si lasciano da lui catturare
sottilmente legati
hanno una mano a cui chiedere forza.
Suona l’aria e freme d’attesa
scioglie il tempo un enigma
e le gambe vogliono ballare
senza possibili fratture all’andatura.
Dietro a uno specchio
appeso ad un sorriso
lasciare andare i pensieri
nel mattino colorato
sul patio di un cuore senza mete,
non c’è niente a guardare bene
se non lo sguardo a svegliare
le ciglia dal palpitante stupore.
E se un tocco leggero
sfiora la guancia
graffiami di barba
profumerò di te.

06/06/2018 Fioralba Focardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...