Spiriti incatenati

Amo la notte

La sua gloria

Quando si spande

Avvolge il mondo

E resto sulla sua soglia

A osservare il mondo.

È allora che il silenzio si fa santo

E la musica diviene amante

Voci che graffiano l’anima

O l’accarezzano

Accompagnando una tastiera

Dove le parole si fanno geroglifici

E trame da condizionare

Al dolore o alle voglie.

Mi basta un bichiere di vino rosso

Sangue dentro un calice

Per brindare alle disillusioni del giorno

O delle attese dell’alba che troverà noi due

Spiriti incatenati dalla forza

Che scatena in noi

Smania di vivere vivendoci.

Fioralba Focardi ®

8 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...