Dove nessuno

Non so cosa sia
s’innalza oltre le mie ombre
e porge le mani senza paure
sono voli pindarici
della mente
sono volteggi sulle punte.
Ma vanno da soli i sogni
chiudono la porta alle ore
e cercano nuovi frammenti
di meteore apparse
sulle pareti di questa stanza
Affusolate dita
accarezzano la pelle
lievi piume
accordano le tempeste
che scatenano.
Onde anomale
s’infrangono sulle tempie
pulsano e rendono inutile
negare le dolcezze.
Coriandoli di dolci sapori
sconvolgono la bocca
e golose le lingue respirano
il loro sapore.
Inebrianti attimi
non lasciano segni sulla pelle
restano lì
e vanno
dove nessuno
resterà inatteso.

Fioralba Focardi 08/06/2018

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...