Tra il crepuscolo un bacio e noi

Una tazza di thè bollente

La coperta di pile che avvolge

E una melodia che porta via, oltre

Questa giornata uggiosa,

Piovosa e grigia, e non è autunno.

Carezze sulla pelle scivolano

Languide come  musica

Da un giradischi d’altri tempi

Spande mordendo labbra e aria,

Graffia la puntina mentre gira

Quel vecchio vinile di ricordi

Film sbiaditi parole mute, attori in prima fila

E una serata ancora da iniziare.

Suono acuto e malinconico

Di un trombettista, una  rosa appassita

Spogliando la mente

Languidamente lascia petali di sé

E sul tavolino fumè cera sfusa

E  fiamme di candele s’allungano

Scure ombre sulle pareti rosso cuore.

Morbidi fremiti  

Scivolano tra i fianchi

È musica che illanguidisce

E il temporale ha smesso ormai di far rumore

Ma tu non smettere di muovere la tua ombra

Nella  luce soffusa di questo tempo un po’ così

Tra il crepuscolo un bacio e noi.

Fioralba Focardi®

4 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...