Storia in cerca di un finale

«Che bella serata, la festa è stata piacevole e soprattutto la riuscita del nostro progetto è stata una grande soddisfazione».

«Ci sono voluti anni per arrivare al traguardo, notti insonni e tante litigate, ma alla fine ci siamo riusciti, non ce l’avrei mai fatta senza di te».

«Beh, direi che non ce l’avremmo mai fatta senza di noi, il tuo genio e la mia testardaggine hanno fatto sì che il progetto andasse in porto, e ora non resta che iniziare a fare sul serio. Te la senti di guidare e rientrare alle nostre rispettive dimore?»

«No, non si rientra si continua a festeggiare, ti ho fatto una sorpresa, rimaniamo qui fino a domenica sera, un bel fine settimana ce lo siamo meritato».

«Socio, ma dove si dorme? E soprattutto se mi avessi avvertita avrei portato il cambio, ho solo questo abito e questi tacchi infernali, che mi stressano i piedi».

«E dai, non sei tu quella che ama l’improvvisazione? Domani mattina ci penseremo».

«Va bene, ci sto, ma dove si dorme? E come si dorme?»

«Ho prenotato due camere, un hotel carino ha la spiaggia direttamente sul mare, e se non sbaglio sei una che ama guardare l’alba».

«Ci sto, lo sai che amo le sfide!».

Alla reception il portiere da loro le chiavi e salgono all’ultimo piano, la suite è enorme, con due stanze da letto ognuna con un bagno e nel mezzo un mega salotto.

«Non toglierti le scarpe, si va in spiaggia te le toglierai lì, non puoi camminare scalza per i corridoi ti pare?»

«Ma a me fanno male i piedi, e avrei anche sonno, ma va bene, andiamo in spiaggia, ma mi rifiuto di buttarmi in acqua».

«Quanti ma! Non ho di queste velleità tranquilla, voglio solo chiudere la serata festeggiando noi due, in fondo in questi anni abbiamo passato il tempo a sperare, aspettare, sognare un epilogo così, e allora questo momento è solo nostro».

«L’ho sempre detto che sei un uomo romantico, anche se lo neghi, lo sei, mi ero innamorata di te, te lo ricordi? Ma ora sei il mio amico, oltre che socio, e sei decisamente perfetto così!»

«E dai ancora con quella storia? Andiamo in spiaggia dai».

Continua…

11 Comments

        1. Sì, penso racconti, romanzo sarebbe imbarazzante due in contemporanea, 😀 scherzo…ma credo che si fermerà al racconto, ho già scritto d’amore, e sarebbe una ripetizione, almeno a me da l’idea che sia sullo stesso tema. L’altro è invece molto diverso e molto impegnativo, e vorrei portarlo a termine perchè ci tengo tantissimo.

          Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...