Strani Pensieri

Si dovrebbe guardare oltre

E i  pensieri negativi

Assembrarli in piccoli puzzle colorati.

Dovrei ballare più spesso

Mentre circolo per casa

Con fare indolente.

Le gocce di gelida pioggia

Si sono fermate sui rami spogli, perle evanescenti

Assomigliano a luci di Natale

Che si accendono e si spengono

In quasi tutte le case.

È questo strano malessere mondiale

A dare ai giorni l’apatia

Sembra che davvero siamo tutti nella stessa barca

Malconcia e poco affidabile

Naufraghi alla deriva

Inconsapevoli della nostra precarietà.

Nella mia terra siamo in zona arancione

Bel colore è uno dei miei preferiti

Ma che cavolo, oddio volevo dire altro

Ma sono buona ho fatto un fioretto

Un po’ come da bambina

Anche se poi non li portavo mai a termine

I fioretti.

Sono sempre stata ribelle

Fuori dalle consuetudini

Ho cercato la mia libertà di pensiero

Anche se a volte l’ho appeso al chiodo

Della mia fragilità.

Ma guarda che pensieri mi vengono fuori

Osservando la pioggia cadere

Lenta e fina fina come sale sulle ferite del mondo.

Fioralba Focardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...