La poesia più bella

La poesia è vigliacca

Mi prende di sorpresa

E mi lascia lì, a declamar parole

Sempre nei momenti inappropriati.

E li ripeto tante volte

Perché mi mancano carta e penna

Per fermare quei pensieri

Arrivati all’improvviso

Come un alito di vento in estate,

Ma poi, li perdo e non li ritrovo

E mi arrovello, frugo nella mente

Ma sono volati via come gabbiani

Sull’onde della mente

O solo, parole perdute chissà dove

Lasciando il rimpianto

E forse la certezza

Che quella sarebbe stata

La poesia più bella.

Fioralba Focardi 24/01/2021

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...