8 Marzo nasce Elena Clementelli

Nata da padre fiorentino e madre veronese, si laureò presso l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma in Lettere Moderne. La sua intensa attività poetica è testimoniata dalla pubblicazione di dieci raccolte di versi uscite nell’arco di più di cinquant’anni (1957-2011). Fu vincitrice di una dozzina di prestigiosi premi letterari tra cui si segnalano il “Lerici-Pea” (1964), il “Frascati” (1965), Il “Tagliacozzo” (1977), il “Traiano” (1983), il “Calliope” (1985) e il “San Pellegrino Terme” (1999).

Eminente studiosa di lingue e letterature iberiche e anglosassoni, pubblicò numerose traduzioni di opere precedute da saggi critici, alcune in collaborazione con il linguista e critico Walter Mauro. Curò, tra l’altro, Tutto il teatro di Federico García Lorca (con cui vinse nel 1993 il Premio Piombino Betocchi per la traduzione) e una selezione degli scritti e discorsi di Che Guevara, una prima parte con il titolo Ideario (1996) e una seconda l’anno seguente con il titolo Questa grande umanità.

Tra il 1963 e il 1976 ebbe un lungo sodalizio culturale con il poeta spagnolo Rafael Alberti, che, in esilio dalla Spagna franchista, si era legato al gruppo di critici italiani di cui facevano parte tra gli altri Walter Mauro, Ignazio Delogu e Luigi Silori.

Collaborò alle pagine culturali di varie riviste e giornali nonché a programmi di cultura della Rai. Le sue opere poetiche figurano su diverse riviste e antologie, sia italiane sia straniere.

Componente della giuria di prestigiosi premi letterari, Elena Clementelli era anche uno degli “Amici della Domenica” del Premio Strega.

Usò sempre il cognome del primo marito, il produttore cinematografico Silvio Clementelli, da cui si separò all’inizio degli anni ’70. Ebbe poi una lunghissima relazione sentimentale con il critico letterario Walter Mauro, fino alla morte di quest’ultimo.

Io sconosciuta
a te sconosciuto.
Io Tu
che non ci siamo incontrati
mai.
Che non c’incontreremo
mai.
Io Tu
che mai saremo Noi.
Io sconosciuta
a te sconosciuto,
in questa esplosa primavera d’incauti miraggi
tendo la mano
mando il lungo respiro d’amore
dell’intera mia vita.
E riconosco in te che non conosco
la speculare rifrazione
di un destino negato.

Isola del silenzio,
dove ha riposo l’ala del mio sogno,
dove non giunge l’eco dell’inganno
e il desiderio è una parola antica…

Elena Clementelli – Wikipedia

“Quasi una certezza” di Elena Clementelli, letto da Marco Onofrio – Del cielo stellato (wordpress.com)

POETAS SIGLO XXI – ANTOLOGIA MUNDIAL + 20.000 POETAS: Editor: Fernando Sabido Sánchez #Poesía : ELENA CLEMENTELLI [17.515] Poeta de Italia (poetassigloveintiuno.blogspot.com)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...