Sono donna e porto un segreto

Ascolta devo narrarti una storia.
Sono Donna e porto un segreto
nel grembo acerbo,
cammino come fossi onda
e raccolgo fiori lungo la strada,
è so aspettare il sole
quando la pioggia bagna la pelle.
Sai ci penso spesso
a come eravamo
incerti quasi impauriti
di poche preziose bugie,
piccoli vetri colorati
incollati nel cuore
in un giorno
dove il vento scompigliava i pensieri
e s’arrestava nei capelli
docili di carezze.
Era il primo autunno
e il cielo era di un grigio tendente al verde
quasi come quel mio vestitino leggero
ricordi verde sbiadito
sui seni acerbi di te.
E mi portasti oltre i pensieri
dove le viole erano in fiore
e le parole erano cespugli di more
graffiavano la pelle delle troppe incertezze.
Mi regalasti il calore delle tue dita
preziosa fede
che porto ancora
le sento stringere ancora la mano.
Ascolta devo narrarti una storia.
E sei sempre
quell’uomo che correva nel vento
verso la strada che portava
alla nostra sconfitta
quando finì quella stagione
e le parole erano semi gettati nel vento.
Di quella storia tengo ancora la chiave
è rimasta attaccata nel cuore
lungo quel viale che aspetta ancora
i passi leggeri danzare
la nostra storia d’amore.
08/03/2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...