Banalmente banalità

Un soffio suono soave
smuove onde elettromagnetiche
alchemizzando
l’armonia
neutrale
della mente.
Non accetto compromessi
alla mia visione
concreta della realtà
in cui sono immerso.
Così parlò Zarathustra
ma forse eri tu
non ricordo bene.
Ascolto ancora
il suono delle parole
senza senso
disegnate alla logica del niente.
Uffa che palle quando penso
che mi dicono snob
perchè scelgo di evitare
la mediocrità
della piccola bassa stoltezza
avvinghiata morbosamente alla gelosia.
Pussa via da me
che mi fai ombra
sciatteria ambulante.
Fioralba Focardi 21/03/2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...