Sacra preghiera di un istante

Stringimi, senza farmi perdere il fiato
Nel giardino, la terra bagnata dalla pioggia,
E le radici, di alberi ancora giovani
Si allungano a toccare zolle in profondità
Braccia che avvolgono la vita sono le tue.
E resto immobile, nell’infinito che trasmetti
Sei un salmo alla realtà
Concedimi di mostrarti la meraviglia
Dei tuoi occhi quando mi perdo
E scendo nei cunicoli segreti
Fino a toccarti l’anima.
Delicata cantilena
Sei la mia voce
Anche quando tace
E innalzi un suono tenue
Come alito leggero
Che sfiora e mi trascina.
Il mare mosso
Sconvolge la riva
E la pelle si fa di brividi in attesa
Melodia della tua bocca
Che si disseta e freme sulla carne
Sacra preghiera di un istante.

Fioralba Focardi 12/04/2021

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...