Parole

I Violini Marc Chagal

Silenzio vellutato
È quello tra le due e le tre di notte
E le mani intrecciano
Capelli come fili sottili di seta
Pulsazioni ritmiche si abbattono
E il cuscino diviene sogno.
Parole rimaste lì a decantare
Come vino inebriano
E non sai se renderle reali.
Ci vuole tempo,
Ci vuole tempo
E poi cantare
E poi sentirsi nuvola e volare.
Altre paure
Sono quelle che provi
Nuove e fragili
Aspettando domani
Per una nuova emozione
E tu regalamela
Che possa accoglierla
Dono prezioso
Unicamente mio
Unicamente tuo.

Fioralba Focardi 22/04/2021

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...