Esiste ancora il delitto d’onore

Un uomo uccide la moglie, e viene assolto perché preso da un raptus di gelosia!

Siamo negli anni 60?

NO! Siamo nel 2020, e certi giudici hanno ancora l’idea che un uomo può perdere il controllo e uccidere chi ha suscitato in lui questo sentimento (?).

Anni di lotte, anni in cui si sono raggiunti obbiettivi come l’annullamento dell’articolo del codice penale che riguardava il delitto d’onore non sono bastati a cambiare certe mentalità, queste  sono rimaste ancorate a quella forma di patriarcato dove la donna è solo un possedimento.

Mi chiedo come si comporti un uomo simile in famiglia, con le colleghe, e se si è posto la domanda: “ Ma sono sicuro di permettere a quest’uomo di tornare alla sua normalità?”

Questo giudice ha aperto un baratro alla coscienza di parità, ha dato un impulso ha quella mentalità del possesso che è causa delle morti di tante (troppe) donne.

Parliamo di educare, ma se la legge si pone al cospetto di queste situazioni come giudice clemente per l’omicida e colpevolizzante nei riguardi della vittima ci sarà molto, troppo da lavorare sul cambiamento di questa società: ancora troppo maschilista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...