Eterei pensieri

Vagabondando tra tortuosi sentieri

Nel mattino quieto

Senza sole

L’inquietudine muta forma

Creta della mente

Diviene pace.

Un refolo di vento

Accompagna l’andatura

E quel bigio cielo

Potrebbe essere il colore

Di un abito elegante

Indossato per l’occasione

Invitando la mente a un ballo

Tra ulivi e zolle umide,

ma deve fiorire ancora la primavera

Troppo distante

Per i colorati anemoni

E quel refolo oramai soffio

Accenna pioggia

Leggera cantilena.

Chissà, dove si rifugiano gli uccelli

O come me, restano sotto la piaggia

A respirare tutta la poesia

Che dona questa valle

Sul sentiero, contorno

Di questa vita che va in salita

Fino a toccare l’arcobaleno dell’anima

La tua.

Fioralba Focardi 30/01/2021

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...